Calendar

Social Networks

Canale YouTubePagina FacebookPagina TwitterPagina Google+

Canale YouTube

Warning: file_get_contents(http://gdata.youtube.com/feeds/api/playlists/PLmBo4agHHMG8KNsA43Lxeirng8AzAOST8): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.0 410 Gone in /htdocs/public/www/modules/mod_playlistyoutube_jm/tmpl/default.php on line 27 Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /htdocs/public/www/modules/mod_playlistyoutube_jm/tmpl/default.php on line 34

Chi è online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

  • facebook
  • pic
  • pic
  • pic
  • pic
  • pic
  • pic

La Madonnina del Grappa

LA MADONNINA DEL GRAPPA

Sul Grappa la Madonna è ritornata
sul Grappa che l'estate infiora e ammanta
e le bandiere l'hanno salutata,
l'ha salutata la montagna santa;
l'han salutata con sommesse voci,
i cimiteri ove son tante croci.
Quando la Patria vacillò e dal monte
s'udiva un lungo gemito d'oppressi,
i giovanotti sono corsi al fronte
e la Madonna stava in mezzo ad essi.
Albe ridenti, vesperi di fiamma...
La Madonna parea la loro mamma.
Parea la loro mamma una dolente
Mamma che i figli si vedea morire
e, per salvarli, non potea far niente,
ma solo lacrimare e benedire.
Divider volle allor la loro sorte
e la Madonna fu ferita a morte.
E l'han portata giù squarciata e infranta,
e i giovinetti le han gridato allora:
Tu tornerai quassù, Madonna santa,
Madonna bella, tornerai qui ancora;
per te conserveremo questa cima
libera ed italiana come prima.
Quanti son morti? Sol le madri il sanno
e del Grappa lo sa la terra pia.
Ma invan l'austriaco, il Turco e l'Alemanno
attaccaron la cima di Maria.
La vittoria vi fè la prima tappa,
poi varcò il Piave e irruppe giù dal Grappa.
Or non più le rocce di sangue bagna,
o Grappa nostro. Gli invasor son vinti,
e la Madonna torna alla montagna,
torna la mamma presso i figli estinti.
Bronzo novello le ferite serra
della Madonna invalida di guerra.
Oh! La Madonna è bella, ed i pittori
l'han dipinta vestita di turchino,
cinta di stelle tra i più vaghi fiori,
chinato il volto sul divin Bambino.
Della bellezza tu la palma porti,
o Madonna che guardi i nostri morti.
O Madonna che udisti nelle meste
sere, salir dal basso una canzone
di bimbi, che vincea fin le tempeste
formidabili e cupe del cannone;
una canzone che ai piedi tuoi morìa:
"Monte Grappa, tu sei la Patria mia".

di Renato Simoni (1875-1952)

Nato a Verona, Renato Simoni fu critico teatrale, commediografo e giornalista attento e scrupoloso. Fra le tante attività non mancò di innalzare un canto alla Madonna; infatti una statua di bronzo era stata collocata nel 1901 sul Monte Grappa, ma quella sacra immagine il 14 gennaio 1918 fu colpita e frantumata, vittima anche Lei della guerra. Il 4 agosto 1921, una volta restaurata, la statua fu solennemente ricollocata su quel monte.

Da: "Antologia della lirica mariana" a cura di don Nicola Di Pasquale
Ediz. Sacra Fraternitatis Aurigarum in Urbe, Roma 2005
Pagg. 187-188.

Ritorna alla pagina "Antologia"